SHARE

L’approccio di Randy Mosher all’homebrewing è da sempre sopra le righe. Ha lavorato anni nel mondo dell’advertising e si vede: la grafica dei suoi libri è molto curata, ogni parola è pesata e il testo scorre come quello di un romanzo. Il punto forte di Mosher è quello di affrontare tematiche spesso già note sotto punti di vista differenti. Il suo grande valore aggiunto è nella presentazione dei concetti più che nell’approfondimento tecnico o scientifico.

E questo libro non è da meno.

Il capitolo dove affronta i malti, per esempio, evidenzia aspetti che non avevo mai trovato in nessun altro libro (nemmeno in quello dedicato proprio ai malti, pubblicato recentemente dalla Brewers Association). Il libro di Mosher è denso di grafici e illustrazioni esplicative che riescono a trasmettere i principali messaggi in maniera diretta tramite un forte impatto visivo. Anche solo sfogliandolo si riesce a imparare qualcosa.

Il testo, va detto, non è sempre di facile lettura, almeno per chi non ha una buona padronanza dell’inglese. La scrittura ricercata, secondo me uno dei punti di forza di questo libro, ne rende a volte difficile la comprensione immediata, specialmente nelle parti più “filosofiche” e discorsive. Per chi sa bene l’inglese questo è un plus, ma forse chi ancora non ha dimestichezza con la lingua troverà alcuni passaggi un po’ ostici. Nel complesso, comunque, si legge senza enormi problemi.

A chi é rivolto questo libro? Sicuramente è ottimo per chi è alle prime armi: affronta l’homebrewing a 360 gradi senza tralasciare nulla. Rispetto al libro di Palmer (How To Brew) è meno approfondito e tecnico ma più scorrevole e immediato. La parte meno riuscita è forse quella sull’attrezzatura: lacunosa nell’insieme, tratta troppi argomenti senza un buon livello di approfondimento tecnico. Molto belli e ben fatti invece i capitoli sugli ingredienti (malti, lieviti e luppoli) e quelli dedicati alla costruzione delle ricette: in queste pagine anche gli homebrewer più navigati troveranno informazioni e schemi grafici molto utili.

La parte finale, dedicata agli stili, si articola in maniera molto simile al libro Brewing Classic Styles di Palmer e Zainasheff: oltre a delineare i tratti principali degli stili (semplificandoli a volte in maniera estrema, ma utile alla comprensione) dispensa preziosi consigli sugli ingredienti e sulle tecniche da utilizzare per riprodurre fedelmente gli stili.

Da dimenticare l’ultimo capitolo, dedicato ai differenti scenari dell’homebrewing nel mondo: le pagine che raccontano l’Italia fanno ridere, ma anche quelle sugli altri paesi sono veramente povere di contenuti. Poco importa, comunque.

Nel complesso, un libro ben fatto e utile. Consigliato sicuramente a chi è agli inizi, rappresenta una lettura interessante anche per gli homebrewer di livello medio-avanzato. Se vi è piaciuto lo stile di Radical Brewing, non perdete questo nuovo libro di Randy Mosher.

Disponibile su Amazon a 23€ (li vale)

SHARE
Previous articleNEWS | Palmer e Mosher: domande e risposte
Next articleNEWS | Latir: luppolo badass nato in america

Appassionato di birra e di pub da sempre (in particolare quelli di impronta irlandese), dal 2012 mi sono lanciato nel mondo dell’homebrewing. Ho iniziato con i ragazzi di Brewing Bad con impianto a tre tini, ora produco in casa con un piccolo impianto BIAB elettrico da 10 litri. Nel 2014 ho frequentato il corso da degustatore presso l’Associazione Degustatori di Birra (oggi UDB). Dal 2015 sono docente nei corsi organizzati da Fermento Birra. Scrivo di homebrewing su Fermento Birra Magazine e curo la rubrica “Il Fermentatore nell’Armadio” su Cronache di Birra. Da Luglio 2017 sono ufficialmente giudice BJCP.

3 COMMENTS

  1. Arrivi sempre al momento giusto, lo stavo per preferire a How to Brew.. ma prenderò prima il classico e poi mi avventurero su questo

  2. trovi che tra questo e radical brewing ci sia una sorta di filo conduttore che porta a leggere prima uno dell’altro o pensi che l’ordine di lettura sia abbastanza indifferente?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here