Home News NEWS | Un controller automatico per mash e frigo

    NEWS | Un controller automatico per mash e frigo

    2534
    6
    SHARE

    kqsdmy1a2i92ambtriocEsistono diversi controller per automatizzare il controllo della temperatura: alcuni già pronti per l’uso, come l’ormai mitologico STC-1000 o i nuovi della serie InkBird, altri vanno assemblati con un pò di fatica, come i PID. I primi sono controller piuttosto elementari che permettono solo di spegnere e accendere una fonte di calore o di freddo, senza alcuna possibilità di gestire l’inerzia termica: una volta spenta la fonte di calore/freddo, la temperatura continua a scendere o salire per un pò, rendendo il controllo piuttosto impreciso. Quelli del secondo tipo, i PID, sono controller più avanzati che permettono di gestire l’inerzia del sistema, ma sono più complicati da montare e non possono gestire un frigorifero perché distruggerebbero il compressore.

    Per disporre di funzionalità avanzate come il controllo da remoto, la memorizzazione e il download dei dati di log o rampe di temperature complesse, questi dispositivi andrebbero gestiti tramite un modulo programmabile (per esempio un Raspberry) collegato magari a un altro modulo Arduino per la lettura dei dati dai sensori. Nulla di impossibile: c’è chi ha messo in piedi progetti del genere in logica fai-da-te, ma la complessità dei collegamenti e della programmazione non sono certo alla portata di tutti.

    Da qualche tempo sto seguendo il lavoro di Davide Arzarello, homebrewer ed esperto di elettronica di Ivrea che ha portato avanti un progetto personale di questo tipo con l’obiettivo di industrializzarlo. Finalmente, dopo tante peripezie e sperimentazioni, Davide ha lanciato una campagna di crowdfunding per mettere in produzione un oggetto chiamato SmartPID. Dietro c’è stato un lavoro lungo e difficile di prove e test che ha portato all’implementazione dei primi prototipi funzionanti. SmartPID è un prodotto pensato da un homebrewer e rivolto agli homebrewer: permette di automatizzare completamente il mash e la camera di fermentazione con pochi clic. Gestisce l’inerzia di fornelli, resistenze, frigo con compressore, è programmabile e aggiornabile da pc, gestibile via app da un qualsiasi smartphone e tanto altro.

    La campagna lanciata da Davide sulla piattaforma IndieGoGo è ambiziosa: il target è raccogliere 40.000€ per industrializzare il prodotto e poterlo produrre a costi accessibili. Possiamo tutti contribuire a far partire questo progetto, preordinando uno SmartPID. Se il progetto raggiunge il target del crowdfunding, il controller verrò messo in produzione e sarà disponibile a partire da Aprile 2017. Le modalità di supporto sono diverse, ma con un centinaio di euro (incluse le spese di spedizione) potrete ricevere uno SmartPID a vostra scelta tra quello per gestire il mash o quello per gestire la camera di fermentazione.

    Sono molto curioso di vedere come andrà questa campagna, una delle poche lanciata in Italia (se non l’unica) indirizzata proprio agli homebrewer. Con una campagna simile, in Australia, è nato per esempio il Grainfather. Non ho avuto ancora modo di provare lo SmatrPID, però mi sento di dare fiducia a Davide che si è messo in gioco in prima persona curando una presentazione ben fatta e molto professionale per un progetto senza dubbio interessante.

    Ci lamentiamo sempre (io per primo) che in Italia non succede mai nulla di nuovo per gli homebrewer… be’, direi che in questo caso qualcosa è successo! Io ho già preordinato il modulo per il frigo.

    La campagna IndieGoGo funziona così (link): voi fate il preordine; i soldi vanno subito a IndieGoGo; se Davide raggiunge il target (40.000€), parte la produzione e verso Aprile riceverete quello che avete ordinato. Se il target non viene raggiunto entro i tempi (in questo caso entro i primi di Gennaio), i soldi vi verranno restituiti.

    Un grande in bocca al lupo a Davide Arzarello!

    SmartPID

    SHARE
    Previous articleCome si valuta il potenziale del Candy Syrup?
    Next articleErin Go Bret / Farmhouse Ale
    Appassionato di birra e di pub da sempre (in particolare quelli di impronta irlandese), dal 2012 mi sono lanciato nel mondo dell'homebrewing. Ho iniziato con i ragazzi di Brewing Bad con impianto a tre tini, ora produco in casa con un piccolo impianto BIAB elettrico da 10 litri. Nel 2014 ho frequentato il corso da degustatore presso l'Associazione Degustatori di Birra (oggi UDB). Dal 2015 sono docente nei corsi organizzati da Fermento Birra. Scrivo di homebrewing su Fermento Birra Magazine e curo la rubrica "Il Fermentatore nell'Armadio" su Cronache di Birra. Da Luglio 2017 sono ufficialmente giudice BJCP.

    6 COMMENTS

    1. Se posso fare un appunto poteva scrivere cosa cambia dalle varie versioni che si trovano. Spiegare in poche parole le differenze tra i cari modelli.

    2. Ciao Lando
      grazie per osservazione e per darmi modo di spiegare (in italiano) come sono organizzati i “perk” (si chiamano cosi) nella campagna di crowdfundign

      -Early Bird e Super Early bird
      sono le offerte scontate, super scontate con un numero limitato di pezzi. Oltre allo sconto chi aderisce puo’ scegliere anche l’applicazione / versione sw liberamente [vedi dopo x differenze]
      Il super early bird e’ legato a un limitato numero di SmartPID di pre-produzione (perfettamente funzionanti) e quindi in consegna spero a febbraio

      -indiegoogo special
      sono le offerte standard della campagna , con comunque buon sconto rispetto al prezzo che’ verra’ applicato. Lo sconto e’ il “premio” che riconosco a voi che anticipando i soldi sostenente il progetto
      I due valori di 89 e 109 euro corrispondono alle due versioni di SW applicativi disponibili

      -bundle
      sono combinazioni di due o piu’ SmartPID con ulteriore sconto a volume

      Smart Termostato
      E’ l’applicazione di base con controllo temperatura di due canali indipendenti (riscaldamento, raffreddamento, termostatica) con logica PID o ON/OFF e tutte le funzioni “smart”. Pensate al classico STC1000 con tutte le funzioni smart
      E’ adatta a un controllo ad esempio di due bollitori o di due celle frigo o una camera di fermentazione termostatica.

      Smart Brewing App
      E’ una applicazione che effettua vero e proprio controllo di processo, adatta a controllare sistemi a singolo tino (BIAB) o a due tini (MASH+SPARGE) , con automazione di tutti gli step , gestione ricette etc etc..

      tutte le applicazioni hanno una base comune di funzioni avanzate: connessione wifi per log dei dati, visualizzazione via web (servizio thingspeak) e su smartphone etc..

      Sto lavorando a un meccanismo semplice e alla portata di tutti per poter caricare uno dei due SW a piacere
      La differenza di prezzo e’ data dalla necessita’ di pagare gli sviluppi dei due software

      spero sia piu’ chiaro, non esitate a fare domande qua o sulla pagina FB o via mail

      grazie per supporto al progetto
      Davide
      arzaman engineering

    3. Non posso che appoggiare il lavoro di Davide che già ho apprezzato ed usato ai tempi di Ardbir.
      Spero che la campagna vada in porto…da parte mia ho già contribuito.
      Da veterano della semplificazione/perfezione del processo di produzione posso dire che attualmente non esiste nulla di simile sul mercato alla portata di homebrew.
      E’ il prodotto che mancava e che spero sia presto disponibile!

    4. I miei complimenti per questo progetto , ammetto che non lo conoscevo ; mi documenterò sicuramente in merito .

      Grazie per la divulgazione .

      • Ciao Lando
        se tuo obiettivo e’ automatizzare la cotta la risposta e’ si
        con quella versione puoi collegare la resistenza del Klarsteing (con rele’ SSR esterno) e pilotare una pompa di ricircolo. Se la pompa e’ 12V (tipo topsflow o solar project) la puoi collegare direttamente a una delle due uscite 12v. Come bonus se volessi controllare un bollitore supplementare per scaldare h20 di sprage lo puoi fare.

        Per il resto hai tutte le funzioni classiche di automazione, step mash, bollitura e luppolatura, cooling, whirpool ,gestione ricette…e tutta la parte di monitoring della cotta su smarphone o su web (per analizzare ex post i profili realizzati). In sviluppo la gestione ricette da web e smartphone con import dai SW di uso comune.

        Per qualche dettaglio di integrazione prova a vedere sul blog nel sito
        http://smartpid.com/category/blog/

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here