Homebrewing blog

,

,

,

,

La nostra storia

Francesco e Simone, altrimenti detti Simo e Frank. Appassionati di birra da sempre, non avevamo mai provato a farla. Forse perché nelle nostre teste c’è sempre stata quest’idea della birra in kit, con le polverine da miscelare come per preparare un tiramisù della Cameo. Invece non è così: la birra la si può fare da zero, partendo dai grani di malto e aggiungendo acqua e tutto il resto. E così abbiamo fatto, lanciandoci direttamente in una prima cotta da 20 litri in all grain sui fornelli di casa. E’ nata la nostra prima birra, la Dark Passenger, che non era certo eccelsa ma si faceva bere. Nasce così nell’ottobre 2012 il team Brewing Bad.

E da lì, poi, tutto il resto.

A febbraio 2013 è entrato nel gruppo il buon Raffaello (altrimenti detto Raf) che ha messo a disposizione il box dei suoi genitori per evolvere il microbirrificio e che ci supporterà con le sue conoscenze e competenze agrarie (e con il suo campo in Sabina accanto al fiume, sul quale un giorno pianteremo il nostro luppolo). Nel gennaio 2014 frequentiamo il corso per degustatori dell’Associazione Degustatori di Birra e lì conosciamo Stefano. I suoi mirabolanti racconti sulla costruzione di un mega impianto che ancora non aveva mai utilizzato ma che era pensato in ogni minimo particolare ci affascinano da subito e la sua simpatia e positività contrastano bene il pessimismo cosmico di Simone: entra così a far parte del team.

A questo punto siamo in quattro e produciamo decisamente molta meno birra di quanta ne beviamo durante le cotte, ma ci si diverte decisamente di più.

Nel 2014 riusciamo a partecipare a tutte e quattro le tappe del concorso per homebrewers Brassare Romano. Con grande soddisfazione da parte nostra, vinciamo l’edizione e una delle nostre birre, la Belgian Blonde Ale, si piazza al primo posto nella prima tappa.

That’s the spirit!