SHARE

Mercoledì 22 maggio si è svolta presso il locale Buskers la seconda tappa del concorso Brassare Romano edizione porter. In un locale pieno di gente, 24 birre (tra cui la nostra Dark Passenger) si sono date una amichevole battaglia brassicola.

Noi ci siamo divertiti molto e dopo aver bevuto diverse birre proposte dalle spine del Buskers, abbiamo assaggiato anche diverse produzioni dei numerosi homebrewers in concorso. Nei nostri bicchieri si sono date il cambio diverse interpretazioni dello stile porter dalla brown alla robust, e tra una bevuta ed un’altra abbiamo potuto confrontarci e scambiare opinioni con gli altri partecipanti.

La giuria al lavoro
La giuria al lavoro

Noi abbiamo presentato la nostra Dark Passenger consapevoli dei suoi pregi ed i suoi difetti, ad esempio sapevamo che la carbonazione era troppo presente, ma eravamo fiduciosi per quel che riguardava il gusto e l’equilibrio totale. Alla fine siamo riusciti a raggiungere un bel quarto posto, un risultato che ci riempe di soddisfazione e che ci sprona a migliorare. La birra è stata giudicata equilibrata e buona in bocca, con piccoli difetti al naso e (ovviamente) troppo carbonata. Per cui la ricetta è già ad un buon punto, ma dobbiamo curare alcuni passaggi durante la produzione.

Il brewingbad team è già al lavoro per partecipare nuovamente concorso probabilmente per la tappa dedicata alla Saison. Nel frattempo abbiamo in programma i primi test del nuovo impianto.

Un grazie al Barone Birra per l’organizzazione, ai ragazzi del Buskers pub per averci ospitato e ai giudici per la resistenza che hanno mostrato di fronte alle numerose degustazioni.

Stay tuned!

SHARE
Previous articleProve mash con resistenza elettrica
Next articleRiutilizzo del lievito per cotte successive

Succede che una sera ti viene l’idea di fare la birra. Avevi già messo il naso nell’homebrewing anni fa quando era una pratica poco conosciuta e la birra artigianale non la trovavi pure alla Coop. Succede che trovi degli amici con cui passare delle giornate a bere più di quello che andrai a mettere nei fermentatori. Alla fine, quando arrivi ad aprire quella bottiglia che ti rimane, sai che ne sarà valsa la pena. Sei il primo critico, e anche rompiscatole, ma solo per essere più contento quando ti rendi conto che il risultato è buono.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here