SHARE

Lo stile Belgian Blonde Ale non è uno dei nostri stili preferiti. Probabilmente non l’avremmo mai prodotto se non fosse stato richiesto per la prima tappa di Brassare Romano 2014. Memori dell’esperienza della Saison (vedi qui) ci siamo ripromessi di seguire passo passo la fermentazione. Per tenere sotto controllo la produzione di esteri e polialcoli, siamo partiti da 18C e saliti piano piano fino a 22. A fermentazione completata, abbiamo praticato due settimane di lagerizzazione a 4 gradi.

Il lievito che abbiamo utilizzato è il 1214 della Wyeast (con adeguato starter).

La birra ci ha stupito positivamente da subito: aroma molto pulito (pesca, agrumi, banana non eccessiva e miele). Schiuma un po’ debole, ma comunque nei limiti della tenuta. In bocca troviamo un amaro bilanciato con tendenza al dolce, e un finale secco che invoglia ad un altro sorso lasciando la bocca ben pulita. Qualche difetto c’è: polialcoli un po’ sopra le righe e colore sbagliato per una Blond Ale (troppo tendente all’ambrato). Al concorso la birra è arrivata molto torbida, ma quelle che abbiamo stappato a casa erano veramente limpide (come quella nella foto).

A ogni modo, la nostra Orlando ha conquistato il primo posto alla prima tappa dell’edizione 2014 diBrassare Romano. Grande gioia e soddisfazione per Brewing Bad. Dedicata al piccolo Orlando (il figlio di Raf), nato pochi giorni dopo la conquista del podio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here