SHARE

Devo dire che inizialmente ero un po’ restìo a comprare questo libro. Personalmente non sono un fan delle sperimentazioni folli. Sono ancora nella fase di sperimentazione con ingredienti tradizionali come luppoli, malto e lievito. Gli esperimenti più “hard” che ho fatto sono stati due lambic che sono ancora in fermentazione. Non amo (per ora, almeno) cimentarmi in esperimenti strani tipo birra con burro di noccioline, white stout o roba del genere.

Per questa ragione ho rimandato per molto tempo l’acquisto di Experimental Homebrewing. Poi, un giorno, preso da un raptus compulsivo, l’ho acquistato. E non me ne sono affatto pentito.

Lo dico subito: secondo me è un libro eccezionale. Probabilmente perché è scritto da due personaggi fantastici: Drew Beechum e Denny Conn sono due miti della scena homebrewing americana. Oltre a essere enormemente simpatici (vi consiglio di guardare un paio dei loro video: link e link), sono preparatissimi: hanno vinto diverse competizioni e sono praticamente da sempre sulla scena americana. Il loro approccio è non convenzionale, innovativo ma allo stesso tempo rigoroso. E così è il libro che hanno scritto.

A prima vista potrebbe sembrare che la parte “sperimentale” sia relegata solo agli ultimi capitoli, ma in realtà l’intero libro riflette le loro forti personalità e il loro spirito innovativo. Portano una ventata di novità contestando i metodi classici con estrema eleganza e competenza, senza mai risultare presuntuosi ma portando sempre il loro punto di vista personale su diversi argomenti. Alle volte, si prendono anche in giro l’un l’altro nel libro perché non sempre sono d’accordo su alcuni temi. Ed è proprio questo il bello: è un libro che non propone dogmi ma che allo stesso tempo non dà nulla per scontato.

Non è un libro per principianti, nel senso che non spiega per filo e per segno come si fa la birra (del resto, non serviva: di libri così ne esistono già a decine). Ripercorre comunque tutto il processo di birrificazione passando in rassegna metodi e ingredienti. Fornisce diversi spunti di riflessione e propone tantissime ricette. Il tono è sempre sopra le righe e mai didattico. Non ci si annoia, insomma.

Consiglio fortemente di acquistare questo libro e di seguire su facebook i profili di Denny Conn e Drew Beechum: ne avessimo di personaggi così in Italia (l’ho detto).

Potete seguire le loro avventure anche sul sito web www.experimentalbrew.com.

Disponibile su amazon.it: Experimental Homebrewing, 21€ (li vale tutti!)

Experimental Homebrewing
Da sinistra: John Palmer, Denny Conn, Drew Beechum

SHARE
Previous articleNEWS | La schiuma perfetta per le vostre birre
Next articleNEWS | Batteri lattici nella birra

Appassionato di birra e di pub da sempre (in particolare quelli di impronta irlandese), dal 2012 mi sono lanciato nel mondo dell’homebrewing. Ho iniziato con i ragazzi di Brewing Bad con impianto a tre tini, ora produco in casa con un piccolo impianto BIAB elettrico da 10 litri. Nel 2014 ho frequentato il corso da degustatore presso l’Associazione Degustatori di Birra (oggi UDB). Dal 2015 sono docente nei corsi organizzati da Fermento Birra. Scrivo di homebrewing su Fermento Birra Magazine e curo la rubrica “Il Fermentatore nell’Armadio” su Cronache di Birra. Da Luglio 2017 sono ufficialmente giudice BJCP.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here